Archivo

Posts Tagged ‘post en italiano’

PAROLE SENZA SENSO

Se le parole hanno un significato, che significa : forum del gelato artigianale ?

Io penso che in questo forum avrebbero dovuto parlare di gelato artigianale. Invece no, non é stato cosí, perché un’industria di prodotti per gelateria insieme a un produttore di gelato industriale e a un creatore di software per la gestione di gelaterie hanno intrattenuto una ventina di gelatai di varie regioni di Spagna con l’intenzione – cosí hanno detto – di fare luce sull’incerto futuro della gelateria artigianale, offrire i mezzi per una miglior gestione delle attivitá, approfondire le formulazioni del gelato…

In realtá, il produttore di gelato industriale ha parlato del fatto che nel futuro l’industria migliorerá di molto la qualitá del suo gelatosic ! – e sará piú difficile l’incremento delle vendite del gelato artigianale.

Il tizio  si domanda, anche , se non é tempo di smettere di parlare di gelato artigianale per rispondere alle necessitá reali dei consumatori.

Tutto questo giá mi ha irritato abbastanza e devo assolutamente rispondere subito a questo signore.

Smettere di parlare di gelato artigianale é interesse soltanto suo perché il suo prodotto non puó e non potrá mai competere con l’artigianale.

Questo signore ha giá chiuso varie gelaterie nel centro di Barcellona e continuerá chiudendone altre sempreché i gelatai siano disponibili a lavorare artigianalmente, con prodotti naturali, con onestá e passione.

Queste sono le necessitá reali dei consumatori !

Che dire poi della dimostrazione che hanno fatto di un gelato di cioccolato al sapore di sigaro toscano ?

Vergogna, vergogna, vergogna !

Queste cose non sorprendono nessuno.

Il gelato é un alimento e per questo motivo deve essere genuino.

Si meritano fortemente la crisi che stanno vivendo.

Continueró a parlare di questo forum…


Anuncios

PAROLE SENZA SENSO 2ª PARTE

Desidero spiegare al produttore di gelato industriale del perché MAI si smetterá di parlare del gelato artigianale.

Non si smetterá di parlare di gelato artigianale semplicemente perché é molto, ma molto, molto piú buono del gelato industriale e anche molto piú sano e nutriente.

E questo perché ?

Per cominciare diró che la produzione del gelato artigianale ha un carattere assolutamente umano, nel senso che ogni fase del lavoro é direttamente controllata dallo stesso gelataio e non solo dalle macchine.

Per esempio :

1) la frutta é personalmente scelta da lui, fatta maturare alla perfezione e solo in questa condizione si inserirá nel gelato.

Non mi risulta che i gelati industriali , dicano pure ció  che vogliono, siano prodotti con frutta fresca.

2) lo sciroppo che si aggiungerá alla frutta, sará elaborato dallo stesso gelataio con una ricetta personale senza l’aggiunta di prodotti che siano dannosi per la salute.

3) il gelato artigianale di frutta conterrá lo ZERO per cento di grassi : ZERO SPACCATO.

L’industia di prodotti semilavorati per la gelateria consiglia di produrre gelato di frutta con le sue paste e, ai veri gelatai che insistono in produrre il gelato con frutta fresca, dicono che, per lo meno aggiungano un rinforzo, un aroma, un colorante, acido citrico o qualche altra cosa……..

Che cosa serve aggiungere in piú ad un gelato fatto con frutta fresca ?

Niente, peró niente di niente.

Quando in una vaschetta di gelato di 4 kg. metto 1700 gr. di frutta a pezzi, matura al punto giusto, di che rinforzo ho bisogno perché risulti piú buono ?

Che aroma necessita un gelato fatto con frutta fresca, matura al punto giusto, che ti stordisce con il suo profumo ?

Che colorante puó competere con il colore, per esempio, del gelato di frutti di bosco ?

Che sapore in piú gli dará l’acido citrico che sará invece soltanto un prodotto sintetico aggiunto, non necessario , anzi dannoso ?

Gelatai artigiani, noi che NON siamo una razza estinta, continuiamo cosí !

Non saremo molti, siamo, peró, i migliori.

Meglio pochi, ma buoni !


continueró a parlare di questo cosiddetto forum ……..

PAROLE SENZA SENSO – 3ª PARTE

Tanto per continuare ad informare il produttore di gelato industriale del perché MAI si smetterá di parlare del gelato artigianale,  insisteró dicendo che non si semtterá mai di parlarne semplicemente perché é molto, ma molto, molto piú buono del gelato industriale e anche molto, ma molto piú sano e nutriente.

E questo perché ? Abbiamo giá spiegato che il gelato di frutta si produce con frutta etc. etc.

Ora parliano dei gelati di crema:

ogni gelataio che si rispetti, produce una sua base esclusiva per produrre i suoi gelati di crema, che non somiglieranno a nessun altro gelato in commercio, nemmeno a quelli degli altri gelatai artigianali, perché, e questa é la caratteristica del lavoro artigianale, ogni gelñataio elabora la sua base personale e per questo il suo gelato sará veramente il suo gelato, diverso da tutti gli altri.

Vogliamo spiegare invece cosa sono i gelati di crema industriali ? Sono tutti uguali, perché i mix – le basi – sono tutte uguali e poiché la base rappresenta l’ 85 % del gelato di crema é proprio lei che proporziona il sapore.

La base industriale contiene:

1) zuccheri, che il gelataio vero giá utilizza e paga 20 volte meno;

2 ) proteine del latte, che il gelataio vero giá possiede nel suo laboratorio e paga 6 volte meno;

3) grassi, che sono di natura vegetale quindi molto piú economici per l’industria, ma che il gelataio vero non userebbe mai perché non puó e non vuole tradire il sapore unico della panna e del latte.

Inoltre questi grassi vegetali sono i responsabili del retrogusto untuoso che lascia in bocca il gelato industriale, mentre questo non avviene mai degustando il gelato artigianale.

I grassi vegetali presenti nelle basi industriali sono, infine, responsabili dell’irrigidimento di questo tipo di gelati: quando vedete il gelato a montagna in vetrina, state pur certi che hanno usato basi industriali.

Quindi di tutto si tratta, meno che di gelato artigianale.

Infine, nelle basi troviamo i neutri.

Inutile dire che non troveremo certo quelli di migliore qualitá, mentre il vero artigiano non concepisce di usare altro che quelli.

Per riassumere: il gelataio che produce gelato con semilavorati industriali, produrrá un gelato piú caro e non buono.

Signori industriali, VOI siete fuori della storia e non noi.

Continueró a parlare di questo cosiddetto forum del gelato artigianale…

PAROLE SENZA SENSO – 4ª PARTE

Devo ripeterlo o non serve, che il gelato artigianale é molto, ma molto, molto piú buono del gelato industriale ?

Credo che ormai lo abbiamo chiarito. Ora mi domando :

perché il gelato artigianale non sarebbe adatto per essere consumato in casa, come dice il famigerato industriale del gelato ?

Nella mia gelateria di Barcellona, i clienti compravano kili e kili di gelato per mangiarlo in casa e tutti rimanevano entusiasti per il sapore e la cremositá.

Venivano anche da fuori Barcellona; questo dimostra che il gelato industriale, che é venduto dappertutto e anche quasi nelle tabaccherie, non piace per niente perché é solo pieno zeppo di chimica e basta.

Continueró a parlare di questo cosiddetto forum del gelato artigianale ( ? ) …

PAROLE SENZA SENSO – 5ª PARTE

Con questa 5ª parte intendo smettere di parlare di questo cosiddetto forum del gelato artigianale a cui ho dedicato fin troppo del mio prezioso tempo.

Devo peró assolutamente ripetere ancora una volta che il gelato artigianale é molto, ma molto, molto piú buono di quello industriale.

Nel suddetto forum, un signore si é presentato come il creatore di un software specifico per la gestione di una gelateria e ha presentato la macchina distributrice di scontrini, che sveltisce enormemente il lavoro del personale dietro la vetrina.

Questa macchina permette al cliente di scegliere quello che vuole e pagare direttamente.

Io mi domando se questa gente si rende conto di quello che dice. Se fosse per loro e se fosse possibile lascerebbero la gelateria senza personale, consentendo ai clienti di servirsi da soli. Ma, dove stá il piacere di servire il cliente, dimostrargli simpatia, consigliarlo, informarlo sulla qualitá del gelato, fare due chiacchiere, se é il caso ?

Tutte queste cose non hanno importanza per loro, interessa loro soltanto il soldino, possibilmente senza dare niente in cambio.

Dissi l’altra volta che questi signori sono fuori dalla storia, adeso devo aggiungere che stanno anche fuori dalla geografia: semplicemente, non esistono.

Piú  avanti mi dedicheró a parlare di cose piú serie e amene.

UN DIAMANTE É PER SEMPRE !

Chissá che avranno pensato i padroni del mercato dei diamanti, mercato che tanto dolore e morte ha provocato  soprattutto nel cosiddetto 3º mondo , quando hanno letto la notizia del diamante piú grande  finora scoperto,  ma inarrivabile in tutti i sensi , per loro come per chiunque altro….

Nella costellazione del Centauro, a 50 anni luce di distanza dal pianeta  Terra , quindi ancora ben all’interno della nostra Galassia , LA VIA LATTEA ,  c’é un diamante con un diametro di …4000 km : non oso pensare di quanti carati sia.

Chi mi legge regolarmente saprá della mia passione per l’astronomia e per le stelle in particolare; ebbene, questo diamante immenso altro non é che una stella nana giunta alla fine ultima della propria esistenza che , dopo aver bruciato tutto l’idrogeno e l’elio a sua disposizione, si trasforma in puro carbonio cristallizato , ossia in diamante.

Nel film DIAMANTI DI SANGUE si racconta esattamente di quanto in realtá i diamanti non sarebbero affatto rari in natura e infatti , affinché il loro prezzo di mercato rimanga alto, i piú grandi e i piú belli vengono tenuti al di fuori dello stesso.

Anche il Sole é una stella nana e quando  la sua esistenza  avrá fine ,  la vita  biologica del pianeta Terra  scomparirá  definitivamente e anche  questa nostra stella che ci riscalda e illumina  si trasformerá , fra circa 7 miliardi di anni, in un altro enorme quanto inutile diamante…

non c’é alcun dubbio : un diamante é per sempre.



Categorías:economia Etiquetas: , , ,

BUONO COME IL PANE

Pane casareccio : un bene in estinzione ?

Tutte le civiltá, perfino le piú antiche, hanno considerato il pane come la base dell’alimentazione umana e tutte le civiltá hanno fatto il  pane in mille maniere diverse e nelle piú svariate forme.

Oggi come oggi assistiamo sempre piú alla disdicevole presenza di pane precotto, pronto  da scaldare, fatto industrialmente: una autentica vergogna e il chiaro segno di una degrado della Societá, che si priva cosí del piú prezioso degli alimenti primordiali per il  nostro nutrimento salutare.

Alla faccia dell’evoluzione !

Categorías:comer bien Etiquetas: ,